Generazione Y Millennial vs Generazione Z Centennials: due target a confronto.

Che differenza c’è tra la Generazione Y dei Millennials e la Generazione Z dei Centennials? Chi sono? A cosa pensano? Cosa e come acquistano? Scopriamolo insieme!

Credits photo nsightfortravel.com

L’analisi che ho condotto prende spunto da un articolo del TIME. Per individuare le singole caratteristiche ho cercato di decifrare realtà e contesto. Ho impostato lo studio su tre tipologie di approccio: psicologico, sociale e marketing suddividendo gli argomenti in tre macro-aree:

  1. TRATTI DELLA PERSONALITA’
  2. CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI
  3. ANALISI SUL COMPORTAMENTO D’ACQUISTO

I MILLENNIALS

TRATTI DELLA PERSONALITA’MILLENNIALS

La Generazione Y o semplicemente i Millennials sono nati tra gli Anni 80 e il 2000 e rappresentano l’ultima generazione del XX secolo. La maggior parte di loro sembra affetta da un disturbo narcisistico di personalità dovuto a un sovradosaggio di aspettative e lodi. Questo atteggiamento ha sviluppato in modo esponenziale l’insoddisfazione personale provocando profonde crisi e delusioni. Il super ego viene alimentato molto spesso in età precoce dalla famiglia che “gonfia” con eccessivi superlativi ed encomi delle azioni normali, quotidiane. (Es. Bravissimo! Ti sei lavato i denti!). Questo, ha dato vita a una “spettacolarizzazione” della realtà e l’avvento dei Social Network ha creato l’humus ideale del perfetto Dorian Grey. Sono coscienti che la perfezione assoluta è pura utopia e nel metabolizzare questo stato di fatto hanno costruito ad hoc il mantra: “Bello è imperfetto”. Amano compiacersi e sopravvivono di complimenti ma quando il mondo si rifiuta di confermare tutto ciò che sanno fare, cadono facilmente in depressione. (Chi si loda si sbroda…chi si elogia troppo finisce per danneggiarsi). Tuttavia si dimostrano curiosi e sono molto attenti ai temi eco-sostenibili.

CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI MILLENNIALS

L’educazione familiare è compromessa da un continuo negoziare e i genitori sono considerati degli “amici” con i quali condividere post, ascoltare musica trap/rap, confrontarsi sui reality show. I millennials devono tenere traccia di tutte le loro azioni (anche se banali) e devono essere documentate tramite social con immagini selfie, viaggi, food, party, sport e amici a 4 zampe. Tutto rigorosamente fotografato, filtrato, postato, condiviso e organizzato in un piano editoriale a cadenza settimanale. Sono dei coolhunter (cacciatori di tendenze) e il colore predominante per la loro generazione è il rosa insieme ai colori pastello. Sono appassionati di moda vintage e fitbit. Tutto ciò che riguarda il passato è per loro una novità, ecco perché seguono con attenzione la storia. Amano oziare ma non sono pigri essendo appassionati di sport e moda soprattutto sportwear. Idolatrano Instagram e gli Influencer e passano intere giornate ad autopromuoversi. A dispetto delle vecchie generazioni non hanno l’ambizione di ottenere il posto fisso perché secondo il loro punto di vista per avere successo basta ottenere migliaia di followers, ma attenzione, non mirano ai soldi ma solo alla notorietà e alla fama.

ANALISI SUL COMPORTAMENTO D’ACQUISTO DEI MILLENNIALS

I Millennials amano le griffe e le griffe si adeguano ai gusti dei millennials. Ovviamente sono più influenzati dai prodotti pubblicizzati sui social che non da quelli apparsi in TV o sulla carta stampata. Sono dei veri e propri catalizzatori di tendenze e preferiscono acquistare prodotti on line con carta di credito. Un capo vintage li attrae molto di più perché sono alla continua ricerca dell’esclusività. L’obiettivo è quello di acquistare per apparire e dimostrare a sé stessi e agli altri di essere sempre all’altezza. Ciò che interessa non è il prodotto ma documentare con video e foto l’oggetto acquistato dopo averlo reso accattivante con filtri di ogni genere. La massima soddisfazione viene raggiunta attraverso i likes perché più ne hanno più si compiacciono. Sono molto attenti alle etichette in particolare alla provenienza e alla tracciabilità.

I CENTENNIALS

TRATTI DELLA PERSONALITA’ GENERAZIONE Z

La Generazione Z o Centennials sono i fratelli dei Millennials nati dopo il 2000. Hanno subito le influenze di due generazioni e per questo hanno dei tratti di personalità simili a quelli della Generazione Y. Sono: impazienti ma più sicuri di sé, leader e ottimi negoziatori. La differenza sostanziale è che sono iperattivi, mancano di concentrazione, si annoiano facilmente e hanno una personalità borderline.

CARATTERISTICHE COMPORTAMENTALI GENERAZIONE Z

Ai Centennials nessuno gli ha insegnato ad utilizzare la tecnologia ma ne hanno una grande padronanza anche da autodidatti. Sono abituati alla telecamera e con disinvoltura postano video, non a caso, i Social preferiti dai Centennials sono Youtube e Snapchat. Sono idealisti, pragmatici e sperimentatori.  L’influenza del gruppo dei pari è altissima mentre la famiglia non è più un punto di riferimento attendibile perché viene puntualmente screditata. Risultano più competitivi e non amano compiacersi, sono indipendenti e puntano ad esserlo soprattutto economicamente. Interagiscono sempre attraverso uno schermo, non effettuano telefonate ma lasciano messaggi vocali su WhatsApp o sintetiche emoticon e meme per esprimere il loro stato d’animo. Vanno dritti al punto e sono più schietti. Rispetto ai loro fratelli maggiori non amano compiacersi ma mirano a posizioni di comando, c’è solo un piccolo problema, sono leader in una generazione di leader. I loro punti di riferimento sono i tutorial visti su youtube e li seguono per poter imparare tecniche nuove. Sono più tecnologici, non amano leggere, più spericolati e rinnegano i vecchi valori. Non prestano attenzione ai dettagli ma all’immediato, alla tempestività. Tutto scorre più veloce per loro. E’ tutto troppo lento, hanno un bisogno costante di mettersi alla prova, ecco perché li definisco borderline.

ANALISI SUL COMPORTAMENTO D’ACQUISTO GENERAZIONE Z

Anche loro preferiscono l’acquisto on line con carta di credito ma prestano più attenzione all’esperienza d’acquisto che a documentare il prodotto sui Social. Infatti sono più predisposti alle Stories di breve durata che verranno cancellate dopo 24 ore. Per quanto riguarda i colori predominano i fluo e i led anni 80. Basta guardare le loro sneakers… A whatsapp preferisco i giochi su tablet e smartphone ecco perché appaiono più schivi e isolati. I loro idoli sono trapper e youtuber. Non sono degli appassionati di moda, la moda la subiscono ma non ne sono influenzati quanto i loro fratelli maggiori i Millennials. Sono degli sperimentatori, preferiscono testare un prodotto che acquistarlo, per loro infatti, l’esperienza vale più di ogni altra cosa e il loro mantra è: “provare per credere e vivere alla giornata”.  Amano più viaggiare che acquistare beni materiali, conoscere, confrontarsi e sono più aperti a imparare nuove lingue.

Che ne dite di queste due generazioni a confronto? Siete d’accordo? Vi sentite di appartenere più alla Generazione Y o Z?

Alla prossima!!

Copyright alvufashionstyle di Alvuela Franco

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: