Storia del tailleur femminile un capo iconico simbolo di emancipazione

La storia del tailleur risale al 1885, grazie al sarto John Redfern, che realizza il tailleur per la Principessa del Galles. Nell’ultimo decennio del 1800, in versione man-like, diventa il simbolo della sovversione alle regole, avvicinando l’abbigliamento femminile a quello maschile.

In quegli anni non è un capo d’abbigliamento molto comodo: sarà infatti Coco Chanel, che dopo aver” rubato” molti capi dal guardaroba maschile, tra cui i pantaloni portati da lei stessa, riesce con estro e semplicità a reinventarlo rendendolo più confortevole utilizzando il jersey e dando luogo a un modello morbido lady-like.

Leggi tutto…